Testo della canzone Tu non vuoi problemi (Vincenzo Da Via Anfossi), tratta dall'album PMC vs. Club Dogo: The Official Mixtape

Tu non vuoi problemi - Vincenzo Da Via Anfossi

INTRO
Ok Vincenzo, scendi da via Anfossi
(Mi Residenza fra')
Insegna a vivere a questi cazzoni
(Mi Residenza fea', c'è la sostanza)
E-e-esclusivo!!!!

STROFA 1
Qualcuno parla di strada ma non sa che la strada ascolta
Pure se la plaza è deserta,
Chi sà resta allerta seduto su una panca
Gestendo affari, contando il contante messo in banca,
Spunto la lista come un farmacista ma senza ricetta:
è questione di richiesta e offerta,
Ho l'argomento indigesto specie se hai i crampi all'addome
Quando ho finito sa campi non si sa come,
Del resto Ponzio Pilato se n'è lavato le mani
E a me mi vogliono inchiodare come il Cristo,
Ormai è 30 anni che combatto a denti stretti nei ghetti,
Vincenzo da Milano-city, sito in via Anfossi.
La strada ha 1000 lingue ma la razza è una sola,
Nessuno batte perché se lo fa l'aspetta una lama,
Vivo con la madama alla schiena e
Un avvocato che mi dona il nome di chi infama,
Il mio fascicolo è in mano al questore, il quale
Studia come fare per risparmiare,
I vizi vanno mantenuti non si fa credito,
La vita ha spigoli come il quadrato a Corsico,
Sei come un pezzo steso su uno specchio
Odio porta odio e se sbagli paghi doppio,
Forse sono io che sbaglio ma fra'
Io guadagno soldi al taglio come Fontana

RIT
Da via Anfossi il flow più denso,
Leggenda urbana sul microfono
Non vuoi problemi con Vincenzo!
A Milano piove acido, guerra tra narco industrie
15 anni nel gioco a te ne arriva in buste

STROFA 2
Aspira dilettante,
A Milano gira roba pura tanto che Albertini gira in mutande,
Il video riprende ma non sa chi stende,
E alla fine succhia il basso ventre come un poppante,
Non so se sei coscente:
La strada ti laurea e gestisco affari come un dirigente,
Zero busta paga qui la busta ripaga
Tanto che batto cassa ad ogni dipendente,
Cerchi la fresca ma stai fresco se aspetti
Oppure al fresco se aspetti troppo,
I grammi che hai in tasca pesano anni di vita fra'
E la tua vita è grafite che si cancella!!
C'è chi conta di stare nella Milano che conta
Ma questo conta poco se vivi all'inferno,
O muove il culo e affronta chi gli sta attorno
Oppure viene contato 3 volte al giorno,
Resta il nome di una pratica in mano a un giudice
Ed ogni cicatrice è un vizio di forma del codice,
Il sistema????? il cervello in coma
Perché il crimine si fa per fame e non per fama,
Sulla scena la mia assenza porta all'Hospital degenza,
Mi Residenza ne registra la mancanza,
Ciò che dico non è per vanto
Io lascio rime incastrate sul muro del pianto
(Jake - E' roba nuovaaaa!!!)

RIT



Credits
Writer(s):
Lyrics powered by www.musixmatch.com

Link

Disclaimer: i testi sono forniti da Musixmatch.
Per richieste di variazioni o rimozioni è possibile contattare direttamente Musixmatch nel caso tu sia un artista o un publisher.

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.