Testo della canzone Seconda mano (Nerone), tratta dall'album Max

Seconda mano - Nerone

Non ho avuto niente che non sia stato tuo o suo
Di questo, di quest'altro, fra' me l'hanno prestato
Ti giri un attimo e ciò che c'era di tuo non c'è più
Ciò che non mi hanno dato bro me lo son sudato, me lo son preso
Non conta se ti ho usato, se mi serve me lo prendo
Lo proteggo fino a quando non mi serve più
E non è detto che lo tengo
La strada è il mercato, devi stare attento
La piazza non concede tempo, l'offerta fittizia, devi farli svelto
Non c'è mai stato un giorno della mia vita senza ambizione
Credo sia di famiglia, l'occhio che brilla è di tradizione
Mio nonno senza una lira, dalla Sicilia, il sangue terrone
Già trent'anni prima del tuo 2000, da zero fino al milione
Dopo che ha perso tutto mio padre è partito da capo
Non voleva vivere muto solo per dopo morire da capo
Ha preferito pagarsi il mutuo, spaccarsi il culo e dar tutto allo Stato
Che quando hai 'sto tipo di esempi in casa
Pesa quasi il doppio agire sbagliato
Giacche usate prese senza troppe pretese
Se non sei ladro col cash devi pensare anche alle spese
Che poi a trent'anni gli sbatti grandi non son le buste e le pese
Ma qua sono affitti, bollette, multe e il cazzo di fine mese
Rubavo perché lo volevo, non potevo averlo
Mica per fare lo sbraffo
I ricchi che rubano non li capisco
Essere ricco dovrebbe far grosso
Avessi la ditta di papi non farei di certo lo stronzo
Io non farei Gianluca Vacchi
E lui lo fa già al mio posto

Quindi adesso frate' dammi quello che hai
I soldi sporchi in giro non si lavano mai
Corri, corri, non contare come li fai
Ma come fai a contarli se di soldi non ne hai?

Una volta si diceva "tutto bene"
Ma col tempo è sempre peggio
Quindi adesso dico più "da Dio"
Nel senso che sto su da Dio
Io conosco i suoi problemi e pure lui sa il mio
O fate sparire 'sti soldi o fate sparire 'sti conti
Oppure fanculo mi date qualcuno
Che prende la vita e mi aggiusta il tir, no
Non preferiresti un bel cannone in bocca
E non pensarci più? No
Prendila tu la pistola, dito sul grilletto e poi pensaci tu
Boom, così ti levo dal cazzo per sempre
Coglimi pure sul fatto nel mentre sto rubando perle
Che do in pasto al niente



Credits
Writer(s): Andrea Ciaudano, Massimiliano Figlia
Lyrics powered by www.musixmatch.com

Link

Disclaimer: i testi sono forniti da Musixmatch.
Per richieste di variazioni o rimozioni è possibile contattare direttamente Musixmatch nel caso tu sia un artista o un publisher.

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.