Testo della canzone Basta (Nerone), tratta dall'album Max

Basta - Nerone

O non sono mai stato il tipo che
Vive nei suoi guai, li tiene per se
Rifiutavo i ma, rifiutavo i se
Non ti rifiutavo mai, rifiutavo me
E adesso che cammino pure ad occhi chiusi
Nel buio mi avvicino verso i vostri musi
Già da ragazzino contro mostri e abusi
E dopo anni che accusi, che cazzo ti scusi?
Tu non permettergli mai di
Spostarti da dove se stai lì
Prendi i tuoi spazi e non darli
My darling, ormai è tardi
E il cuore buon umore come il buono muore
Un rumore non udito da nessuno fra' non è un rumore
Muore solo dietro un angolo come nel deserto il sole
Non rimangono nemmeno le parole per...

Dire dire basta, basta, basta
Basta, basta, dire dire basta
Dire dire basta, basta, basta
Basta, basta, dire dire basta
Resistere una vita non mi basta
Avere quella merda che c'ho in tasca
Una prospettiva basta
Vorrei dire basta, non lo so dire, basta

E con uno 0,6 non ci puoi fare due canne
No, una sola e basta
Trovarne una pure casta
Frate' potrei averne pure una e basta
E quando l'una passa magari addormentarmi senza l'ansia
E invece anche stanotte non mi passa
Vorrei dire basta e non lo so dire
Basta pure tu so che fai fatica a dirlo
O forse basta non l'hai detto mai
Io quando lo dissi non mi perdonai
Perché come mentality io non perdo mai
Se c'era bisogno di me era basta chiamarmi
Ora è basta chiamarmi
Le risposte non le ho né per me né per te
Non so come potrei aiutarti
E quando ne avevo per tutti non me le tenevo per me
Poi gli altri da paraculati dicevano "Taci, che è meglio per te"
Col tempo poi ho capito che i fra' avevano ragione
Non è come sembra, è proprio com'è, com'è
Le frasi che dicevi quando pensavi di amarmi
Te le sei mangiate come fossi in rewind
Sempre brutti posti in the night
Coi miei soci loschi in nei live
Posti in cui vai la gente che trovi
Qua ad oggi il demonio lo trovano dentro una chiesa
E chi non può fare la spesa non credere salti la cena
Viviamo da due vite, cosa credi?
Ci guardano come fossimo alieni
Le lezioni dure che impartisco a me
Non servono a te per i nostri problemi
Fatti un'analisi, non farla agli altri
Senti la paralisi e cedi
Così ogni volta che cedi fino a vederti ai miei piedi



Credits
Writer(s): Massimiliano Figlia, Jacopo Buonazia
Lyrics powered by www.musixmatch.com

Link

Disclaimer: i testi sono forniti da Musixmatch.
Per richieste di variazioni o rimozioni è possibile contattare direttamente Musixmatch nel caso tu sia un artista o un publisher.

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.