Testo della canzone Troppi Preti Troppe Suore (Margherita Vicario), tratta dall'album Bingo

Troppi Preti Troppe Suore - Margherita Vicario

Madonna, quanto tempo perdo
Perché ci provo e non ci riesco?
E io che odio chi fa il triste
Oddio, mi sa che c'ho la peste

Ci sarebbero cose di cui parlare
Ma se relativizzi tutto, tutto perde di valore
E allora piano piano pratico, cerco il millimetro
Amore, sì, ti tratto con amore, quello è il minimo

Oh, ma come si farà?
Parlan tutti a vanvera
Aspetta, mo' mi impegno, frasi random, ritornello

Quando ballo non mi riconosco
Quando ero magra mi sentivo un cesso
Mi ha baciato sotto al ristorante
C'ha una famiglia, quel deficiente

E mi chiamano, ma non ci vado
Mi curo, ma tendo al degrado
Non riesco proprio a empatizzare (eh)
Troppi preti, troppe suore

Troppi preti e troppe suore, ma è possibile? Oh Signore
Ancora dicono la loro nel 2029
Come fossero dei leader di sinistra da ascoltare
Ma da secoli se sa, so' i preti che vanno a puttane

Chiedo scusa a chi ci crede e spera nel trascendentale
Pure io c'ho i miei santini e ascolto le loro parole
Scienziati, mezzi pazzi, son poeti e gran pittori
Sono astronomi devoti, sono artisti, son dottori

Oh, ma come si farà?
Parlan tutti a vanvera
Aspetta, mo' mi impegno, frasi random, ritornello

Quando ballo non mi riconosco
Quando ero magra mi sentivo un cesso
Mi ha baciato sotto al ristorante
C'ha una famiglia, quel deficiente

E mi chiamano, ma non ci vado (hey)
Mi curo, ma tendo al degrado (hey)
Non riesco proprio a empatizzare (eh)
Troppi preti, troppe suore

Io il senso di colpa ancora non ce l'ho
Quindi vafammocca, dove non lo so
'Na guallera 'sta storia del peccato originale
Infatti anche a mia madre la trattate sempre male

Non lo voglio a colazione pane secco e marmellata
Io ci voglio la Nutella sulla fetta biscottata
E non mi devi rompere, a messa vacci tu
Non sono un figlio di Maria e neanche di Gesù

Quando ballo non mi riconosco
Quando ero magra mi sentivo un cesso
Mi ha baciato sotto al ristorante
C'ha una famiglia, quel deficiente

E mi chiamano, ma non ci vado (hey)
Mi curo, ma tendo al degrado (hey)
Non riesco proprio a empatizzare (hey)
Troppi preti, e troppe suore



Credits
Writer(s):
Lyrics powered by www.musixmatch.com

Link

Disclaimer: i testi sono forniti da Musixmatch.
Per richieste di variazioni o rimozioni è possibile contattare direttamente Musixmatch nel caso tu sia un artista o un publisher.

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.