Testo della canzone Parole in circolo (Marco Mengoni), tratta dall'album Le cose che non ho

Parole in circolo - Marco Mengoni

Credo che ognuno abbia il suo modo di star bene
In questo mondo che ci ha intossicato l'anima
E devi crederci per coltivare un sogno
Su questa terra spaventosamente arida
Io l'ho vista sai, la vita degli illusi
Con le loro dosi di avidità e superbia
Che per combatterli, ti giuro, basta poco
Devi interdirli con un po' di gentilezza

Un'alluvione mi ha forgiato nel carattere
Però il sorriso dei miei mi ha fatto crescere
Se qualche volta ho anche perso la testa
Però l'amore mi ha cambiato l'esistenza
Quante cose fai che ti perdi in un attimo?
Quanti amici hai che se chiami rispondono?
Quanti sbagli fai prima di ammettere che hai torto?
Quanti gesti fai per cambiare in meglio il mondo?

Libero, libero, libero, mi sento libero
Canto di tutto quello che mi ha dato un brivido
E odio e ti amo e poi amo e ti odio
Finché ti sento nell'anima non c'è pericolo
Dicono che è un'altra ottica, se resti in bilico
Dicono che più si complica più il fato è ciclico
Dicono, dicono, dicono parole in circolo
Parole in circolo.

Credo che ognuno abbia una strada da percorrere
Ma può succedere che non ci sia un arrivo
E quanti piedi che s'incroceranno andando
Ma solo un paio avranno il tuo stesso cammino
Ne conosco gente che sta ancora in viaggio
E non si è mai chiesta in fondo quale sia la meta
Sarà che forse dentro sono un po' Re Magio
E cerco anche in cielo una stella cometa

Una passione mi ha cambiato nella testa
Ma sono un sognatore con i piedi a terra
Cerco di trarre da ogni storia un'esperienza
E di sorridere battendo la tristezza
Quante cose fai che ti perdi in un attimo?
Quanti amici hai che se chiami rispondono?
Quanti sbagli fai prima di ammettere che hai torto?
Quanti gesti fai per cambiare in meglio il mondo?

Libero, libero, libero, mi sento libero.
Canto di tutto quello che mi ha dato un brivido
Odio e ti amo e poi amo e ti odio
Finché ti sento nell'anima non c'è pericolo
Dicono che è un'altra ottica, se resti in bilico
Dicono che più si complica più il fato è ciclico
Dicono, dicono, dicono parole in circolo
Parole in circolo

Libero, libero, libero, mi sento libero
Canto di tutto quello che mi ha dato un brivido
Odio e ti amo e poi amo e ti odio
Finché ti sento nell'anima non c'è pericolo

Dicono che è un'altra ottica, se resti in bilico
Dicono che più si complica più il fato è ciclico
Dicono, dicono, dicono parole in circolo
Parole in circolo

Libero, libero, libero, mi sento libero
Canto di tutto quello che mi ha dato un brivido
Odio e ti amo e poi amo e ti odio
Finché ti sento nell'anima non c'è pericolo
Dicono che è un'altra ottica, se resti in bilico
Dicono che più si complica più il fato è ciclico
Dicono, dicono, dicono parole in circolo
Parole in circolo



Credits
Writer(s): Marco Mengoni
Lyrics powered by www.musixmatch.com

Link

Disclaimer: i testi sono forniti da Musixmatch.
Per richieste di variazioni o rimozioni è possibile contattare direttamente Musixmatch nel caso tu sia un artista o un publisher.

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.