Testo della canzone La casa azul (Marco Mengoni), tratta dall'album Atlantico

La casa azul - Marco Mengoni

Il mondo sta sulla punta delle mie dita
Chiuso fra un letto, uno specchio e una gioia labile
Cos'hai dipinto para mi, chiquita?
Ho mescolato in silenzio colori e lacrime
Ed è un disegno che si confonde, già
L'ombra di un segno che mi nasconde, ma
Sento la notte che bacia i miei piedi
Anche se non la vedi, sapessi il rumore che fa

Amare e odiare, lottare, viva la vida
Là fuori il Messico urlava bestemmie e favole
Dentro la polvere il sangue della corrida
Il toro scuote la spada dalle sue scapole
Rosa dell'anima chiusa in un'armatura
Com'è che il sole sorride per la paura?
Può la bellezza trascinarci via se l'arte è una bugia
Che dice la verità?

Ho disegnato un amore che sembra vero
Una pozzanghera illusa d'essere cielo
Ed una lacrima fine che non si può vedere
Una collana di spine, la strada fatta insieme
E la mia schiena bruciare la casa azzurra
La carne, il sangue, le vene della mia guerra
E disertare il cammino chiuso nella mia mano
Tentare un altro destino che vada più lontano

E ad ogni tela un'impronta delle mie dita
Nella mia bocca parole che non si dicono
Lungo la schiena il sudore della salita
L'avresti detto, un destino così ridicolo?
Come una stella che brilla spenta, già
Quanta bellezza che arriva e passerà
Sento la notte che tocca i miei piedi
Anche se non la vedi, se taci la senti
Shhh, ecco il rumore che fa

Ho disegnato un amore che sembra vero
Una pozzanghera illusa d'essere cielo
Ed una lacrima fine che non si può vedere
Una collana di spine, la strada fatta insieme

Las flores, el hijo ausente
La cama roja, el cráneo en frente
La suerte novia, el sueño roto
La niña hermosa y mi destino, la muerte
Las flores, el hijo ausente
La cama roja, el cráneo en frente
La suerte novia, el sueño roto
La niña hermosa y mi destino, la muerte

Ho disegnato un amore che sembra vero
Una pozzanghera illusa d'essere cielo
Ed una lacrima fine che non si può vedere
Una collana di spine, la strada fatta insieme
E la mia schiena bruciare la casa azzurra
La carne, il sangue, le vene della mia guerra
E disertare il cammino chiuso nella mia mano
Tentare un altro destino che vada più lontano

Las flores, el hijo ausente
La cama roja, el cráneo en frente
La suerte novia, el sueño roto
La niña hermosa y mi destino, la muerte
Las flores, el hijo ausente
La cama roja, el cráneo en frente
La suerte novia, el sueño roto
La niña hermosa y mi destino, la muerte



Credits
Writer(s): Marco Mengoni, Fabio Ilacqua
Lyrics powered by www.musixmatch.com

Link

Disclaimer: i testi sono forniti da Musixmatch.
Per richieste di variazioni o rimozioni è possibile contattare direttamente Musixmatch nel caso tu sia un artista o un publisher.

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.