Testo della canzone Mi Vida (Linea 77), tratta dall'album Horror Vacui

Mi Vida - Linea 77

Chiedo venia mi vida non senti il lamento del tempo che passa,
L'arroganza che diventa stile e ti fa sempre ridere.

Chiedo venia mi vida non senti il lamento del tempo che passa,
L'arroganza che diventa stile e ti fa sempre ridere.

Io no, non ci credo più,
Alle promesse di immortalità
Che lisciano la pelle
Mentre affondo trattenendo il fiato
Sai
Nascosti nel silenzio brividi e sospiri senza vita in cui mi so celare,
Sei sempre in fuga da te.
Dimmi che vuoi di più
Se vuoi qualcosa in più
Parrai sorprendermi
Ma non senti che
Il silenzio avanta lentamente
Al disincanto il compito di ucciderci

Dopo un'attenta analisi, confronti e riflessioni ho capito che io,
No, non ho capito niente di te,
Non ho capito niente di te.

Dopo un'attenta analisi, confronti e riflessioni ho capito che io,
No, non ho capito niente di te,
Non ho capito niente di te.

Credendo di sapere quello che ci aspetta
Vedendo come tutto cambia un'altra volta
Chiedendomi se ancora tu mi stai ascoltando
Allora dimmi che sei qui e non stai fuggendo.

Credendo di sapere quello che ci aspetta
Vedendo come tutto cambia un'altra volta
Chiedendomi se ancora tu mi stai ascoltando
Allora dimmi che sei qui e non stai fuggendo.

Chiedo venia mi vida
Non senti il lamento del tempo che passa.
Ma quale noia mi da
Farmi incantare dall'eccesso per giustificare e fingere di non vedere i miei difetti,
Sai,
Io drogo i sensi per assecondare istinti che mi inchiodano e mi legano qui,
Sei sempre in fuga da te,
Gioia cercarsi e ridere
Senza vestirsi di una calma sempre più apparente,
E non mi accorgo che
Io sono il mio peggior nemico
Un fragile gigante per sociare i raggi del suo ardore.

Dopo un'attenta analisi, confronti e riflessioni ho capito che io,
No, non ho capito niente di te,
Non ho capito niente di te.

Dopo un'attenta analisi, confronti e riflessioni ho capito che io,
No, non ho capito niente di te,
Non ho capito niente di te.

Dopo un'attenta analisi, confronti e riflessioni ho capito che io,
No, non ho capito niente di te,
Non ho capito niente di te.

Credendo di sapere quello che ci aspetta
Vedendo come tutto cambia un'altra volta
Chiedendomi se ancora tu mi stai ascoltando
Allora dimmi che sei qui e non stai fuggendo.

Credendo di sapere quello che ci aspetta
Vedendo come tutto cambia un'altra volta
Chiedendomi se ancora tu mi stai ascoltando
Allora dimmi che sei qui e non stai fuggendo.



Credits
Writer(s): Davide Pavanello, Emiliano Carlo Audisio, Paolo Pavanello, Nicola Sangermano, Christian Montanarella
Lyrics powered by www.musixmatch.com

Link

Disclaimer: i testi sono forniti da Musixmatch.
Per richieste di variazioni o rimozioni è possibile contattare direttamente Musixmatch nel caso tu sia un artista o un publisher.

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.