Testo della canzone Ribelle e basta (J-Ax), tratta dall'album Il bello d'esser brutti

Ribelle e basta - J-Ax

Ciao mamma sono Alessandro, va' che stasera non torno perché vado a fare brutto a uno che m'ha scritto un commento negativo su You Tube
Mi raccomando tu vai a letto e stai

Calma, sono un ribelle mamma
Sono un ribelle e basta, così ci morirò
Perché quand'ero in pancia, girava Vallanzasca
E tu scendevi in piazza a vedere Dario Fo'
Sono un ribelle mamma, sono un ribelle e basta
Non devi stare in ansia, sto bene come stò
Sono un ribelle mamma Italia
Non stare sveglia a letto nella stanza
Cucimi le borchie sullo Schott

Oh mamma Italia, di terra buona uguale non ce n'è
La mia canzone vola quando penso a te
Il pomeriggio è azzurro come il Crystal meth
Cos'è dopo la suora ti aspettavi Christian-rap?
Ciao mamma Italia guarda come mi diverto
Ho convinto la Carrà a tatuarsi un teschio
Se la musica è sesso sono un maniaco perfetto
Ti violento penetrandoti l'orecchio
Poi la Rai che da Cocciante passa a Ax
è come la nonna che ti passa dalla valeriana al crack
Dillo alle tue amiche che odio ancora come Dax
Parlo inglese meglio del tuo presidente, I don't give a fuck
In questa storia Fantozzi è la rockstar
La principessa Disney sposa il vecchio punk
Lo sfigato della scuola è una celebrità
Ed è il modo che ho inventato per fottere la realtà

Calma, sono un ribelle mamma
Sono un ribelle e basta, così ci morirò
Perché quand'ero in pancia, girava Vallanzasca
E tu scendevi in piazza a vedere Dario Fo'
Sono un ribelle mamma, sono un ribelle e basta
Non devi stare in ansia, sto bene come stò
Sono un ribelle mamma Italia
Non stare sveglia a letto nella stanza
Cucimi le borchie sullo Schott

Cara mamma Italia i tempi sono cambiati
Non contare su di me perché tu non mi calcolavi
Io ti conosco e non ci credo che mi ami
E voglio che mi paghi perché mi insultavi gratis
Meglio morire commerciali
Che quei rappusi chiusi in casa al buio che si credono Illuminati
Come i vitelli si scornano per due mucche
E il vecchio toro arriva piano e se le tromba tutte

Fedele alle promesse fatte da minorenne
Resto re nel mio castello di sabbia
Tanto chi finge, quando avrà i capelli argento si pente
E si cancella i tatuaggi come Asia
Mi piace fare rabbia ai tuoi intellettuali
Andare ai centri sociali, tutto vestito Armani
Perché vengo da dove indossare capi firmati è la protesta dei figli dei proletari

Mamma da bambino ascoltavo gli Skiantos
Se giocavamo all'A-team ero Murdock
Al militare se l'avessi fatto
Sarei finito come: "palla di lardo"
E quindi faccio un disco dove la violenza è un must
Che mette a ferro e fuoco la città, GTAx
Piace a tanti ma lo ammettono in pochi
Musicalmente è come il dito in culo quando scopi

Sono un artsta seminale, seminavo la maria
In testa a chi mi ascolta pianto il seme dell'anarchia
Assieme a dubbi che non vanno via
È la vittoria della fantasia sugli adulti, ed è la vita mia
Che prima d'essere un cantante sono un troll
Lo faccio per i LOL, Do Re Mi Fa Sol-di
Con lo stesso testo in loop, nuovo Mogol
Ma lui usa cuore e amore, io vaffanculo e no
(Non sarò mai come mi vuoi)

Hai capito mamma, sono un ribelle non ho bisogno di te (non sarò mai come mi vuoi)
Oh, ma non ti dimenticare l'assegno SIAE (non sarò mai come mi vuoi)
E guarda che passo mercoledì che c'ho i pantaloni mimetici da allargare un po' in vita, ciao

Calma, sono un ribelle mamma
Sono un ribelle e basta, così ci morirò
Perché quand'ero in pancia, girava Vallanzasca
E tu scendevi in piazza a vedere Dario Fo'
Sono un ribelle mamma, sono un ribelle e basta
Non devi stare in ansia, sto bene come stò
Sono un ribelle mamma Italia
Non stare sveglia a letto nella stanza
Cucimi le borchie sullo Schott



Credits
Writer(s): Alessandro Aleotti, Riccardo Garifo
Lyrics powered by www.musixmatch.com

Link

Disclaimer: i testi sono forniti da Musixmatch.
Per richieste di variazioni o rimozioni è possibile contattare direttamente Musixmatch nel caso tu sia un artista o un publisher.

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.