Testo della canzone Dogo Gang Controlla (Gue Pequeno, Vincenzo Da Via Anfossi, Don Joe & Jake La Furia), tratta dall'album Dogo Gang Presenta: Benvenuti Nella Giungla

Dogo Gang Controlla - Gue Pequeno, Vincenzo Da Via Anfossi, Don Joe & Jake La Furia

Dogo Gang controlla l'Italia
Dogo Gang controlla l'Italia
Dogo Gang controlla l'Italia
Dogo Gang controlla l'Italia
Dogo Gang controlla l'Italia
Dogo Gang controlla l'Italia
Dogo Gang controlla l'Italia
Dogo Gang controlla l'Italia

Giù gli occhiali scuri sta medaglia ti abbaglia
Dogo Gang controlla l'Italia
Ti schiaccia come un pezzo di scaglia
Castelli fa un bocchino fra è uno scribacchino e abbaia
Al tuo concerto farlocco

C'erano trenta persone perché ero fatto e vedevo doppio
Fossi un discografico alla guida di un 320
Con davanti molta gente farei i giusti investimenti
Mi scuso con i fan per quel video pacco
Ma non puoi mai sapere quando firmi un contratto
Mi hanno detto che l'industria è un puttana zio

Te le mette nel culo come Dolce con Gabbana
E molti dischi major vendono meno dei miei mixtape
Chiusi in camerino tremate come dopo il freebase
Puoi parlare solo in rete che se ti beccano i miei
Ti tolgono tutto pure il tuo Breil

Sul beat di DonJoe, tu John Doe
Io ti rompo come colonne Tong-Po
Ti do un po' di flow non lascio niente se tiro un po'
E dò Dogo a go go
E me ne frego se non sei a tuo agio
è la classifica ma senza la major
Questa roba apre gli occhi e delinque

Voi sguardi fissi come Cesara al Tg5
Bilico, Fisico, non mi limito
è carrarmato, sì ma senza Risiko
Fuori dallo Stato come Campione
In tele evito Iene col tampone

Non ho Maestro ma ho l'estro
Del resto ciò che scrivi non fa testo
Tu malmesso senti solo Tiromancino
Io malmesso tiro anche di destro

Dogo Gang controlla l'Italia
Dogo Gang controlla l'Italia
Dogo Gang controlla l'Italia
Dogo Gang controlla l'Italia
Dogo Gang controlla l'Italia
Dogo Gang controlla l'Italia
Dogo Gang controlla l'Italia
Dogo Gang controlla l'Italia

Quando appoggio le mie dita sui tasti è malaria
Dogo Gang controlla l'Italia
Originale Dogozilla taglia
Io qui ho portato il fuoco tu invece solo la paglia
In quattro metri quadri ho fatto il suono del Dogo
Mentre chiuso in mega studio ancora non arrivi al sodo

In questi anni hai fatto pacchi tanto grossi
Che mi chiedo come tutti ancora non si siano accorti
(Ok zio) tutti cantanti e produttori
E da quando c'è Myspace pure il più babbo vuol tirarmi fuori
Ma leggi la mio biografia è pura Dogologia, ho dato basi ai migliori

Tu non puoi fare altro che parlare al vento
Chiamarmi al cellulare ma trovarlo sempre spento
E ora vado che ti sto perdendo
Ormai sto cosi in alto che se
Voglio pisciarti in testa manco ti prendo

Delude il Dogo della buona borghesia
Poi ci incontri nel locale scappi e vai via
La major non si è ancora comprata la penna mia
Scrivo 16 barre, stermino l'editoria
Pompato quando la metti giù a pecorina
Ma lei sulla schiena ha il mio tatoo e non ti s'alza più

Le hai comprato il computer col mutuo
Lei s'è fatta il Myspace è ti ha messo cornuto
Zio col Dogo dentro al locale è cash flow
Il doppio della gente che legge il tuo giornale
Su frate, Le pagine più usate sul water

Bla bla, ce la sucate
E tutti i babbi sono esperti di urban
Zio non ho una fanbase ho una curva
Articoli da vile perché chiudi gli occhi e pensi ai soldi
Come la Gregoraci con Sottile

Dogo Gang controlla l'Italia
Dogo Gang controlla l'Italia
Dogo Gang controlla l'Italia
Dogo Gang controlla l'Italia
Dogo Gang controlla l'Italia
Dogo Gang controlla l'Italia
Dogo Gang controlla l'Italia
Dogo Gang controlla l'Italia



Credits
Writer(s): Cosimo Fini, Luigi Florio, Francesco Vigorelli, Vincenzo De Cesare
Lyrics powered by www.musixmatch.com

Link

Disclaimer: i testi sono forniti da Musixmatch.
Per richieste di variazioni o rimozioni è possibile contattare direttamente Musixmatch nel caso tu sia un artista o un publisher.

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.