Testo della canzone Dogodrama Intro (Gue Pequeno, Jake La Furia, Vincenzo Da Via Anfossi, Marracash, Montenero, Ted Bee & DJ Drama), tratta dall'album Dogo Gang Presenta: Benvenuti Nella Giungla

Dogodrama Intro - Gue Pequeno, Jake La Furia, Vincenzo Da Via Anfossi, Marracash, Montenero, Ted Bee & DJ Drama

This is ok, let's go

Giù il capo(si) quando c'è giù il capo zio
Figlio di brava gente a volte penso che mi abbiano adottato
Dogosound zio dagli anni novanta di Vanbasten
Il bomber i pantaloni con lo spacco e le paste
Il tuo cd lo spiezzo in due, Ivan Drago
Fra si si parlo di te zio come Pablo
E tutti i capi dei capi abbaiano bau bau
Noi capi saldi degli zarri come bauci bau bau

Se non fossi nel Jet-Set sarei già al set
Servo vendette fredde frà dessert
Il mio stile è Manny che ammazza Rebenga (Rebengaaa)
E' un ferro è un cartone come Francesco Renga
La sgrilla che si bagna con lo sguardo
Flow spinge Gallardo
Il sangue ti macchia tutto leopardo
G è il re G è il boia
E non è rap ma puro rock'n'roll Finley di troia

Meglio che stai al tuo posto
Qui finisce al rovescio
Prima ti tiro poi ti stendo alla fine ti imbusto
Sarà questione di ambienti o la pressione degli
Agenti se il disco tira tracce prima che le senti
Vesti di marca zio perché privo di nome
E scrivi testi convinto di vincere al Nobel
(Coglione) no bello io puro con l'anima sporca
Dove la strada si copre la faccia con il nulla

Rimo da quando Gue non diceva rimo da quando
Banzai come un Giappo in schianto a Pearl Arbor
Tu hai il tempo contato
Precisamente fino a maggio perché poi
Esce il mio cd mi sa che resti a spasso(rocce)
Miglioreranno alcuni col tempo
Ma è il tempo che migliora con me se io ci reppo
Metti de Pretis 100 sul tuo tom tom
Ma a te chi te li scrive i testi Mogol?

(Zioo)
Buone nuove nel tamburo colpi calibro nove
La mano non si muove killer 110 e lode
Con la gang assalto il furgone in mondialpol
Guardo le guardie per terra, il sangue che perdono
Sputo sullo stivale, ho smesso di votare
Se l'orgoglio nazionale è vincere il mondiale
Spezzo le manette, queste leggi mi vanno strette
Un solo amico, AK47

Ted Bundy, ogni strofa mia è un trip al tritolo
Le iniziali del mio nome come ti bastono
Mille giolle, mi stono
E' troppo molle il tuo suono (se)
Umile d'origine ma al micro m'incorono
Il tuo rap è una vergogna
Come questa nazione
E se il rap avesse un dio ne sarei l'incarnazione
Tu sei il primo a parlare e il primo a scappare via
E quando chiami gli amici arrivi con la polizia



Credits
Writer(s): Bartolo Fabio Rizzo, Cosimo Fini, Luigi Florio, Francesco Vigorelli, Vincenzo De Cesare, Marco Villa
Lyrics powered by www.musixmatch.com

Link

Disclaimer: i testi sono forniti da Musixmatch.
Per richieste di variazioni o rimozioni è possibile contattare direttamente Musixmatch nel caso tu sia un artista o un publisher.

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.