Testo della canzone Il vento si alzerà (Live) (Francesco Gabbani), tratta dall'album Magellano (Special Edition)

Il vento si alzerà (Live) - Francesco Gabbani

Il mantello nero
Dell'incomprensione con la madre
Continua ad affliggermi come resina
Sulle ali di un'aquila che stormo non ha

Nonostante il tempo sia trascorso
Assieme all'abbondare di esperienze
Rimango come freccia tesa
Nell'attimo prima di scoccare

E tutto il male, tutto il male
Che si accinge a completare
È già denso e faticoso
Nella punta della freccia
E nella sua immobilità

Poi salgo su
Al secondo piano
E tra le note cerco
Luce che disperda
Tutto l'odio

A volte bastan gli occhi
A far calmare il vento
Ma oltre questi Rayban
Il vento s'alzerà

Il vento s'alzerà
Il vento si alzerà
Il vento si alzerà
Il vento si alzerà, ehi
Porta la mia anima
Sorregge la mia anima

I nostri tentativi
Per cercare sicurezza
Sono inutili ed aberranti
È proprio il rischio
Di tuffarsi nell'ignoto
Che ci fa sentire vivi
Come non lo siamo stati mai

Il sapore in bocca
Della prima comunione
Mi ricorda l'erezione
Scaturita dalla catechista
Che credeva di insegnarmi
Come venerare Dio

Poi salgo su
Al secondo piano
E tra le note cerco
Luce che disperda
Tutto l'odio

A volte bastan gli occhi
A far calmare il vento
Ma oltre questi Rayban
Il vento s'alzerà

Il vento si alzerà
Il vento si alzerà
Il vento si alzerà
Il vento si alzerà
Porta la mia anima
Sorregge la mia anima, oh

Il vento si alzerà
(Torino, seh)
Il vento si alzerà
(Il vento si alzerà)
Porta la mia anima
Sorregge la mia anima, seh

(Mi sono masturbato, volevo presentarvi i miei compagni di ciurma)
(Alla chitarra, ai pedalini, ai cori, Davide Cipo, Cipollini)

(Grazie Davide)
(Agli arnesi con i tasti bianchi e neri, e i sintetizzatori, e in generale a tutta la direzione artistica nostra)
(Musicale, perché siamo dei pazzi, il maestro Lorenzo Bertelloni)

(All'altro strumento che tanti scambiano per una chitarra elettrica, in realtà)
(Ha quattro corde e gira su frequenze molto più basse)
(Lui è il biondo del gruppo, al basso elettrico e ai cori, Giacomo Spanioli)

(La nostra mamma diceva che suonavamo i tamburi, lui ha continuato a farlo)
(In realtà suona la batteria, fa i cori e scrive le canzoni insieme a me)
(Alla batteria, Filippo Gabbani)

(Vi amo, grazie, ciao)



Credits
Writer(s): Francesco Gabbani, Patrizio Simonini
Lyrics powered by www.musixmatch.com

Link

Disclaimer: i testi sono forniti da Musixmatch.
Per richieste di variazioni o rimozioni è possibile contattare direttamente Musixmatch nel caso tu sia un artista o un publisher.

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.