Testo della canzone Cuore Di Cane (Fiorella Mannoia), tratta dall'album Di Terra E Di Vento

Cuore Di Cane - Fiorella Mannoia

Il ragazzo ha un fucile di legno e ci tira alle stelle
Com'è dritta la schiena, che bianchi i suoi denti
E gli occhi sono due caramelle
E se provi a sentire stanotte puoi sentire abbaiare
È il suo cuore di cane che corre e non si vuole fermare

Il ragazzo a trovargli un difetto, non gli piace studiare
Preferisce le stelle e quel pezzo di legno, preferisce aspettare
Che capire c'è tempo e capire certe volte non vale
Che capire c'è tempo e capire certe volte fa male

Ma il ragazzo una notte si perde, il ragazzo è perduto
Ha lasciato la casa del padre e la madre e nemmeno un saluto
E se provi a cercarlo stanotte puoi trovarlo che dorme seduto
Addormantato in una stazione
Sotto le stelle dentro un vagone
Con un amore di fortuna
Sotto l'ombrello della luna

Ma il ragazzo anche senza divisa è comunque un soldato
C'è una guerra che brucia qua fuori e il ragazzo può morire bruciato
O tornare sconfitto una sera che nessuno lo vuole
Senza nemmeno un dolore da dividere in due
E tornare che è finita la notte, non c'è più compagnia
E abbaiare al mattino e vedere il mattino piano piano andar via

Imparare le lingue del mondo, imparare a parlare
A passare tra la pioggia e la polvere, tra la terra ed il mare
Che viaggiare non è solamente partire, partire e tornare
Ma è imparare le lingue degli altri, imparare ad amare

Il ragazzo ha da vendere fiato e muscoli buoni
E cervello veloce e paura di poco e capelli a milioni
Mentre scende le scale è già fuori, già la notte è finita
Mentre scende le scale è già fuori, già comincia la vita

Ma il ragazzo una notte si perde, il ragazzo è perduto
Ha lasciato la casa del padre e la madre
È volato e nemmeno ha lasciato un saluto
E se provi a cercarlo stanotte puoi trovarlo che dorme seduto
Abbandonato in una stazione
Con gli occhi chiusi dentro un vagone
Sotto le stelle della luna
Con un amore di fortuna

Ma il ragazzo anche senza divisa è comunque un soldato
C'è una guerra che brucia qua fuori e il ragazzo può morire bruciato
O tornare sconfitto una sera che nessuno lo vuole
Senza nemmeno un dolore da dividere in due
E tornare che è finita la notte, non c'è più compagnia
E abbaiare al mattino e vedere il mattino piano piano andar via



Credits
Writer(s): De Gregori Francesco
Lyrics powered by www.musixmatch.com

Link

Disclaimer: i testi sono forniti da Musixmatch.
Per richieste di variazioni o rimozioni è possibile contattare direttamente Musixmatch nel caso tu sia un artista o un publisher.

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.