Testo della canzone Lascia un segno (Fabri Fibra), tratta dall'album Il tempo vola (2002-2020)

Lascia un segno - Fabri Fibra

Finché c'è tempo
Finché c'è tempo
Finché c'è tempo
Finché c'è, finché c'è, finché c'è

Dalla periferia alla provincia
Su questa scena lascio la mia firma
Doppia F come Fendi e Fila
Senza il cash nessuno si fida
Io non so scrivere con la tastiera
Esce sempre la parola sbagliata
Come quella ragazza che mi piaceva
Ma non ci stava, quindi uscivo con un'altra
Se parli male è perché ti è andata male
Le fighe te la fanno sempre pagare
Non stare in giro se realizzi i tuoi sogni
C'è sempre un giro che tradisce per i soldi
Fai rumore? Fallo contro ogni previsione
Non si muove nulla se non vai in televisione
Vogliamo tutti quanti un'occasione
Quando nessuno farà più il tuo nome
È quello il giorno in cui davvero si muore

Prova a lasciare un segno
Come sta facendo su di me il tempo
Prova a farlo finché c'è tempo
Prova a farlo finché c'è tempo
E non è mica detto che puoi rimanere sempre te stesso
Prova a farlo finché c'è tempo
Prova a farlo finché c'è tempo

Mi sveglio male dentro un bagno di sudore
Questa sveglia digitale mi ricorda che si muore
Il successo non allieta se non sai lasciare il segno
Scavo in un muro di pietra con una matita in legno
È un pugno nello sterno vedere quanto è bello
Il vissuto degli altri se lo vediamo da uno schermo
E dopo stringere i denti nella lotta col tempo
I parenti sono serpenti, lui c'ha un fare fraterno
Beh, zio a sperare son restio
Se ogni uomo ha una canzone
Quella che ho io è come un ticchettio
Dici non voglio compromessi, ma li tolleri
Che i soldi vengon dati a chi si abbassa per raccoglierli

Prova a lasciare un segno
Come sta facendo su di me il tempo
Prova a farlo finché c'è tempo
Prova a farlo finché c'è tempo
E non è mica detto che puoi rimanere sempre te stesso
Prova a farlo finché c'è tempo
Prova a farlo finché c'è tempo

Hashtag, voglio lasciare un segno grosso come un asteroide
Nuotare su Moby Dick
Materialista, voglio un mare di mobili
Che Dio mi consigli cosa dirmi nel sonno
Giovane e arrivista
Le possibilità sono più forti del tuo orgoglio
E ho un consulente apposta per rischiare la pelle
Schiarirmi la voce
Devi fare di testa tua per cambiare una storia
Mica male come ingresso
Una pecora alla volta ci finisci anche te dentro
Non volevo fare quello, sai che se ne andava presto
Io non mi sento un rapper, io mi sento
Che è diverso

Prova a lasciare un segno
Come sta facendo su di me il tempo
Prova a farlo finché c'è tempo
Prova a farlo finché c'è tempo
E non è mica detto che puoi rimanere sempre te stesso
Prova a farlo finché c'è tempo
Prova a farlo finché c'è tempo



Credits
Writer(s): Luca Pace
Lyrics powered by www.musixmatch.com

Link

Disclaimer: i testi sono forniti da Musixmatch.
Per richieste di variazioni o rimozioni è possibile contattare direttamente Musixmatch nel caso tu sia un artista o un publisher.

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.