Testo della canzone Mon père et ma mère (Eugenio Bennato), tratta dall'album Canzoni di contrabbando

Mon père et ma mère - Eugenio Bennato

Mon père et ma mère
Se sont connus dans la galère
Comme héritage ils m'ont laissé
M'ont laissé dans la misère

Ed è con mio padre e con mia madre
Che ho cominciato a maledire
La geometria di questo mondo
Che non è esattamente tondo

Perché è un mondo fatto a scale
E c'è chi scende e c'è chi sale
Perché è una giostra che gira sempre
E c'è chi sale e c'è chi scende

E chi è baciato dalla fortuna
Chi non gliene va bene una
Perché la scala da scalare
Non è per tutti eguale

Mon père et ma mère
Se sont connus dans la galère
Comme héritage ils m'ont laissé
M'ont laissé dans la misère

Mon père et ma mère
Pour faire la vie que moi j'espère
Comme héritage ils m'ont laissé
Sans passeport et sans papier

Et en partant de Douala
Du Cameroun au Nigeria
Pour traverser le Sahara
Jusqu'à la Méditerranée

Et attraper la patera
Pour accoster à Tarifa
T'as pas besoin de ton visa
Mais de ta chance pour y arriver

E non si può vivere senza amare
Ma si può vivere senza padrone
E da mio padre e da mia madre
Che ho imparato questa canzone

E c'è chi è libero di viaggiare
E chi se viaggia è irregolare
Con la sua carta d'identità
Di Camerun e Senegal

Perché nel mondo fatto a scale
C'è il superfluo c'è l'essenziale
C'è il nord ovest che comanda
E c'è il sud che canta

Mon père et ma mère
Se sont connus dans la galère
Comme héritage ils m'ont laissé
M'ont laissé dans la misère

Mon père et ma mère
Pour faire la vie que moi j'espère
Comme héritage ils m'ont laissé
Sans passeport et sans papier

Au Sahara nous sommes cent mille
à fuir toujours de la famine
Et du démon qui nous retient
Emprisonnés dans notre pays

Allons enfants de la patrie
Nous vers la liberté d'autrui
Ensemble dans le même chemin
Les musulmans et les chrétiens

E c'è la politica e c'è l'arte
E ce c'è chi resta e c'è chi parte
E c'è la guerra e c'è la festa
E c'è chi parte e c'è chi resta

E c'è una favola del potere
E c'è una favola popolare
E da mio padre e da mia madre
Me la son fatta raccontare

E c'è una musica di fanfare
Nel grande esercito coloniale
E c'è una musica della terra
Nel sud che si ribella



Credits
Writer(s): Eugenio Bennato
Lyrics powered by www.musixmatch.com

Link

Disclaimer: i testi sono forniti da Musixmatch.
Per richieste di variazioni o rimozioni è possibile contattare direttamente Musixmatch nel caso tu sia un artista o un publisher.

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.