Testo della canzone Parigi (Emis Killa feat. Neffa), tratta dall'album Terza Stagione

Parigi - Emis Killa feat. Neffa

Ti ricordi dell'anno scorso, lo stesso periodo dell'anno
Eravamo a Parigi fuori dal pronto soccorso, giovani e pazzi
La prassi? Fare sesso a più non posso
E poi litigare, vedere rosso fino a metterci le mani addosso
Adesso che siamo lontani, non sappiamo più nulla dell'altro
Come due estranei e mi fa strano, penso a quando dicevi "Rimani
Che tanto il mondo ovunque io sia cambia il suo volto a seconda di come
Me lo rendono certe persone", non sai quanto c'avevi ragione
Babe (babe)

Volevo solo dirti che la Costa Azzurra senza noi non è un granché
Compare il mare ad ogni curva, ma ogni spiaggia sembra vuota senza te
Si stava meglio quell'inverno a passeggiare ai piedi della Torre Eiffel
E non vorrei morire a Saint Tropez o alle Seychelles
Ma sotto il cielo grigio di Parigi con te

La solitudine è una brutta bestia, persi in una tempesta di sabbia
Con il cuore che ci dice "resta" e la testa che ci dice "scappa"
In fondo che cambia andare a Manhattan o in un qualsiasi posto distante
Traslocare coi propri problemi e vivere dentro una gabbia più grande
E adesso che c'è solo gelo, troppe nubi per essere amici
Sempre più cupi, sempre più grigi, come il cielo quel giorno a Parigi
Tu hai preferito ascoltare gli amici, ti fidavi di ciò che dicevano
E ora sei bella e col nulla attorno, come un'isola in mezzo all'oceano
Adieu (adieu)

Volevo solo dirti che la Costa Azzurra senza noi non è un granché
Compare il mare ad ogni curva, ma ogni spiaggia sembra vuota senza te
Si stava meglio quell'inverno a passeggiare ai piedi della Torre Eiffel
E non vorrei morire a Saint Tropez o alle Seychelles
Ma sotto il cielo grigio di Parigi con te

Je me souviens de toi, davanti agli occhi scorrono le immagini
Comme nous étions une fois, si tratta a volte di equilibri fragili
Des étrangers qui s'oublient, già dall'inizio destinati a perderci
Paris adieu pour toujours, per altre strade adesso devo muovermi

Volevo solo dirti che la Costa Azzurra senza noi non è un granché
Compare il mare ad ogni curva, ma ogni spiaggia sembra vuota senza te
Si stava meglio quell'inverno a passeggiare ai piedi della Torre Eiffel
E non vorrei morire a Saint Tropez o alle Seychelles
Ma sotto il cielo grigio di Parigi con te



Credits
Writer(s): Giovanni Pellino, Stefano Tognini, Emiliano Rudolf Giambelli
Lyrics powered by www.musixmatch.com

Link

Disclaimer: i testi sono forniti da Musixmatch.
Per richieste di variazioni o rimozioni è possibile contattare direttamente Musixmatch nel caso tu sia un artista o un publisher.

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.