Testo della canzone Ma di che (Diamine), tratta dall'album Ma che Diamine

Ma di che - Diamine

Silvia la sua pancia la teneva con cura
Il giornalaio vespava tutto fatto in chiusura
Il conducente non sapeva che avrebbe sbattuto
Su un cammello lasciato lì davanti a quel cornuto

Che puzzava d'ufficio, ma comprava profumi
Da una vecchia ubriacona che gridava ai suoi cani
C'era un topo che rideva in una torta di protoni
E un cameriere che fumava, tutto rotto di coglioni

Ma di che, ma di che
Ma di che stiamo parlando?
Ma di che, ma di che
Ma di che stiamo parlando?

Un ragazzino va a comprarsi la sua prima chitarra
Ma il commesso lo deride per rubargli la voglia
Mentre passa un'altra volta la polizia postale
Il direttore si toccava con la foto di un cinghiale

C'è una serpe che balla nella testa della sera
Un finocchio che finocchia, proprio lì tra le tue braccia
Parla un albero con un medico, non vuol sentirsi vecchio
Sulle spalle ho questi uccelli che mi beccano l'orecchio

Ma di che, ma di che
Ma di che stiamo parlando?
Ma di che, ma di che
Ma di che stiamo parlando?

Ma di che, ma di che
Ma di che stiamo parlando?
Ma di che, ma di che
Ma di che stiamo parlando?

Ma che bomba la mattina far la prima colazione
Riscaldando al microonde la tristezza col limone
In TV c'è ancora il bello che si acconcia col fratello
Onorandoti stasera darò fuoco ad un vitello

Ma che gioia dare inizio, ma che gioia far finire
Il vestito d'un'aurora, sventolar sul campanile
Sei sicuro che sai bene quel che dici quando dici
Le parole stanno all'uomo come il dito alle narici

Ma di che, ma di che
Ma di che stiamo parlando?
Ma di che, ma di che
Ma di che stiamo parlando?

Ma di che, ma di che
Ma di che stiamo parlando?
Ma di che, ma di che
Ma di che stiamo parlando?

Sulle scale c'è un bulghino, che ti accoglie ad occhi pieni
Un cinese nel suo buco, concentrato sugli occhiali
Ma lo sai che va tranquillo, a puttane il coccodrillo
Come quando viene giorno, benedetto il tuo ritorno

Ma di che, ma di che
Ma di che stiamo parlando?
Torna in formula grassa la cocchina delle scene
Chi era il primo della classe oggi è l'ultimo a capire



Credits
Writer(s): Andrea Purpura, Niccolo' Cesanelli
Lyrics powered by www.musixmatch.com

Link

Disclaimer: i testi sono forniti da Musixmatch.
Per richieste di variazioni o rimozioni è possibile contattare direttamente Musixmatch nel caso tu sia un artista o un publisher.

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.