Testo della canzone Pedro (Bandabardò), tratta dall'album Mojito F.C.

Pedro - Bandabardò

Io lo sapevo da sempre,
Son nato bastardo e si sente
Il mio guinzaglio è un destino prepotente
Mi sa che è partito il padrone
Con il caldo, il caldo e la confusione
Mi ha lasciato un cartello al collo (gentile attenzione)
Per uno che scappa lasciando, lasciandomi al sole
"Rispondo al nome Pedro,
Non mordo e son pulito,
E so fare il bello!":
Leggete gente per bene, amerò il primo che viene
Mi basta anche un vecchio a cui hanno appena detto:
"Andrà meglio, vedrai alla prossima reincarnazione!".
Oppure una giovane coppia a cui gira la testa per l'emozione
"Rispondo al nome Pedro,
Non mordo e son pulito,
E so fare il bello!":
Mi sa ...



Credits
Writer(s): Alessandro Finazzo, Enrico Greppi
Lyrics powered by www.musixmatch.com

Link

Disclaimer: i testi sono forniti da Musixmatch.
Per richieste di variazioni o rimozioni è possibile contattare direttamente Musixmatch nel caso tu sia un artista o un publisher.

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.